Comune di Legnano Comune di Legnano Comune di Legnano
Questo articolo è stato letto 1328 volte
Pubblicato il: 27/10/2020

...UN MIO FAMILIARE, CONVIVENTE, E' RISULTATO POSITIVO

I famigliari conviventi, proprio in ragione del fatto che in ambito domestico non sono utilizzate tutte le precauzioni (mascherina, distanziamento), sono da considerarsi contatti stretti e quindi devono, se non già contattati da ATS, comunicare la propria situazione al medico curante (se non si tratta del medesimo del caso positivo) che valuterà se effettuare il tampone.

Se durante tale periodo insorgessero dei sintomi è necessario comunicarlo immediatamente al medico curante.

Devo restare per almeno dieci giorni in quarantena (cioè rimanere in una stanza isolato da altre persone, aerare regolarmente il locale, utilizzare un bagno separato o pulire spesso il bagno condiviso, indossare la mascherina negli ambienti comuni, utilizzare posate, piatti e asciugamani personali, raccogliere tutti i rifiuti nel sacco dell’indifferenziata, metterlo in un secondo sacco, chiuderlo ed esporlo all’esterno nei giorni stabiliti).

 Se ho terminato il periodo di isolamento come familiare convivente di un caso positivo, senza avere avuto sintomi, per riprendere le attività e terminare l’isolamento devo effettuare un tampone dopo 10 giorni dall’ultimo contatto col famigliare senza protezione.

Se è stato il medico curante a segnalarmi come contatto potrò accedere al portale ATS https://portaleinformativosalute.azurewebsites.net/index_self.php e prenotarmi. Se invece è stata ATS a contattarmi, provvederà a chiamarmi per l’appuntamento.

Se, infine, rimango a domicilio per 14 giorni e non insorge alcun sintomo posso riprendere la frequenza in comunità senza l’effettuazione del tampone (vedi circolare Ministero della Salute 12/10/2020.